Tab Social
Logo Inbank nuovo
Facebook logo blu
youtube_lan
 
Titolo

News

 
15/06/2015 Dalla Banca
“Progetto Lavoro Valpolicella”, avviato all’inizio del 2014, ha concluso la sua prima fase.
“Progetto Lavoro Valpolicella”, avviato all’inizio del 2014, ha concluso la sua prima fase.
Infatti, sono stati formati, attraverso uno specifico percorso, una ventina di volontari e sono stati avviati 5 sportelli di ascolto (uno per ogni Comune della Valpolicella). I volontari, peraltro, si sono costituiti in un’associazione di promozione sociale “Progetto Lavoro Valpolicella”.
Entrata a regime l’attività di ascolto, i volontari del progetto ritengono opportuno offrire agli utenti degli strumenti ulteriori al fine di agevolare la loro ricerca di occupazione.
Fra le varie necessità rilevate, c’è quella di promuovere una maggiore informazione e consapevolezza sull’auto-imprenditorialità come alternativa al rapporto di lavoro dipendente e la valorizzazione delle proprie risorse.
E questo soprattutto per gli utenti più giovani.
La nuova associazione ha pensato, quindi, di organizzare un per-corso che si snoderà attraverso 5 incontri di 2 ore ciascuno, durante i quali si toccheranno tutti gli aspetti sottesi alla elaborazione e realizzazione di un progetto imprenditoriale in forma giuridica individuale o societaria. Si ragionerà sulle competenze tecniche e trasversali necessarie e sull’iter che porta dall’individuazione di una idea alla realizzazione di una attività imprenditoriale vera e propria. I 5 incontri saranno itineranti: ogni settimana i partecipanti verranno ospitati da una diversa azienda del territorio della Valpolicella.
I destinatari del progetto possono essere gli utenti che si sono già registrati al portale www.progettolavoro.net, gli utenti che si sono presentati ad uno degli sportelli di ascolto senza registrarsi al portale, le persone senza una occupazione (o che stanno per perderla) interessate ad approfondire il tema dell’auto-imprenditorialità e quanti hanno già iniziato a considerare l’auto-imprenditorialità come un’alternativa percorribile.
Il risultato auspicato è che, alla fine del percorso, i soggetti partecipanti siano in grado di prendere in considerazione con maggiore consapevolezza il lavoro autonomo come alternativa al lavoro dipendente perduto o che non si trova.
L’iniziativa, sostenuta dai Comuni che aderiscono al Progetto Lavoro, Fumane, Marano di Valpolicella, Negrar, San Pietro in Cariano, Sant’Ambrogio di Valpolicella, Pescantina, Dolcè e Brentino Belluno, da Valpolicella Benaco Banca e coordinato dallo studio di Consulenza Cesaro&Associati di Fumane si propone, inoltre, di recuperare il valore dell’attività imprenditoriale e stimolare una riflessione sulle proprie risorse e sui propri interessi che porti a ri-acquistare una progettualità professionale e personale.
La proposta, ha altresì, un’ulteriore ambizione: quella di coinvolgere le aziende del territorio al fine di sensibilizzarle sul tema della disoccupazione nel territorio della Valpolicella e stimolare negli imprenditori nuove riflessioni.
Per le Aziende del territorio il progetto sarà utile occasione di incontro e confronto. Hanno già aderito all’iniziativa l’Azienda Agricola Giuseppe Campagnola, Asso Group, Arcè Infissi,  Azienda Agricola Giacopuzzi Claudio. Altri imprenditori si sono resi disponibili a condividere la loro esperienza con i partecipanti.
Per informazioni e iscrizioni al corso è necessario inviare una mail a comuni@progettolavoro.net o chiamare il 3342751944 (dalle ore 15.00 alle ore 19.00) entro e non oltre mercoledì 17 giugno.